Pacemaker in tilt per la musica, richia di morire alla festa della birra

Tragedia sfiorata domenica sera alla festa della birra di Carpenedolo: un uomo di 63 anni è stramazzato al suolo per un malfunzionamento del pacemaker

Foto d'archivio

Attimi di panico e davvero una tragedia sfiorata domenica sera alla festa della birra di Carpenedolo, allestita al Parco degli Orti. Un uomo di 63 anni è crollato improvvisamente a terra, privo di sensi, a causa di un'anomalia al suo pacemaker, probabilmente causata dal forte rumore delle casse del concerto rock in scena proprio in quei momenti.

Il 63enne era in compagnia di alcuni amici quando improvvisamente è svenuto: avendo perso i sensi è caduto di peso a terra, sbattendo la faccia sull'asfalto e fratturandosi il setto nasale. Proprio gli amici che erano con lui hanno allertato per primo i soccorsi: poco prima delle 23 è stato trasferito d'urgenza in ospedale a Desenzano.

Niente di grave, per fortuna: già in ambulanza si era ripreso, e i successivi accertamenti hanno verificato che dal punto di vista cardiaco tutto era nella norma. Certo ci vorrà qualche giorno per riprendersi dalla brutta botta, dalla frattura al setto nasale.

Il pacemaker sarebbe andato in tilt per la troppa vicinanza alle casse del concerto: questa è un prescrizione cui gli operati di cuore devono prestare molta attenzione. Sono bastati pochi attimi, poteva anche andare molto peggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento