Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Via Asolana

Travolto dalle fiamme, muore in ospedale dopo una lunga agonia

Non ce l'ha fatta Carlo Rizzi, il pensionato di 94 anni di Carpenedolo vittima di una terribile esplosione quando si trovava in casa, il 6 dicembre scorso. Ricoverato in ospedale è morto una settimana dopo

Foto d'archivio

Carlo Rizzi purtroppo non ce l'ha fatta. Il 94enne di Carpenedolo vittima di un'esplosione all'interno della propria abitazione, il 6 dicembre scorso, è spirato dopo una lunga agonia nelle sale dell'ospedale Civile di Brescia. Ha chiuso gli occhi per sempre esattamente una settimana dopo, domenica mattina: il suo cuore si è fermato, non ha retto all'urto di un'infinita sofferenza.

Abitava in una bella casa, purtroppo andata quasi completamente distrutta, sulla strada Asolana, a Carpenedolo. Classe 1921, aveva già compiuto 94 anni: volto noto della Bassa, e non solo, titolare di un mobilificio inaugurato nel 1972, più di 40 anni fa. Lavorava con aziende bresciane e mantovane, solo negli ultimi anni la ditta è passata di mano, gestita per qualche tempo anche dal nipote.

Un botto terribile, domenica scorsa: un'esplosione provocata da un malfunzionamento del termoconvettore a gas, e che ha fatto saltare tutto il primo piano della casa. Carlo Rizzi si trovava sul divano, travolto improvvisamente dalle fiamme ha riportato ferite profonde, traumi e ustioni in varie parti del corpo.


I medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma una settimana dopo è spirato in ospedale. Ancora non si conosce la data del funerale: la magistratura ha infatti disposto l'autopsia sul corpo dell'anziano deceduto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto dalle fiamme, muore in ospedale dopo una lunga agonia

BresciaToday è in caricamento