Massacra di botte l'amica poi si dà fuoco: morto in ospedale

Dopo aver colpito con calci e pugni una 27enne è fuggito in auto. Raggiunto dai carabinieri, ha cercato di farla finita accoltellandosi e dandosi fuoco

Foto d'archivio

Prima le botte, tante, fino al punto da far svenire la donna, poi l'incendio dell'appartamento, infine la fuga in auto e il tentativo di farla finita: a distanza di un mese dai tragici eventi di una notte drammatica, il 60enne che si rese responsabile dei fatti è deceduto presso l'ospedale Galliera di Genova, specializzato in grandi ustioni. 

I fatti. Era il 20 gennaio scorso quando, in un appartamento di via 2 giugno a Carpenedolo il rumeno 60enne Petru Lucaci picchiò selvaggiamente, con ripetuti calci e pugni, la 27enne ucraina che momentaneamente ospitava a casa sua. La donna in seguito alle percosse - dovute, pare, al rifiuto di concedersi al 60enne - perse conoscenza: pensando di averla uccisa, il rumeno diede fuoco all'abitazione e fuggì a bordo della sua Bmw. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raggiunto da una pattuglia dei carabinieri, l'uomo prima di farsi catturare si accoltellò e si diede fuoco utilizzando la benzina contenuta in una tanica che portava sul sedile passeggero. Solo il coraggio di un militare lo salvò dalle fiamme. Trasportato d'urgenza in ospedale, l'uomo è stato in seguito trasferito a Genova. Seppur le sue condizioni non apparissero inizialmente così gravi, ieri il 60enne è deceduto. Dal momento del ricovero era piantonato giorno e notte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Uccisa dalla malattia in poco più di una settimana, Denise muore a soli 21 anni

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Svuota le casse dell’azienda, compra borse e auto di lusso: nei guai impiegata

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento