Cronaca

Coltivava e spacciava marijuana: arrestato giovane operaio bresciano

È stato incastrato dai clienti: ora è ai domiciliari

La droga sequestrata © Bresciatoday.it

Operaio di professione, pusher e coltivatore nel tempo libero. I carabinieri di Carpenedolo hanno arrestato un 37enne bresciano per detenzione, ai fini di spaccio, di marijuana. L’operazione è scattata dalla segnalazione di un cittadino: l’uomo aveva avvistato due piantine di marijuana in un’area verde del paese. 

I militari hanno quindi cominciato a monitorare la zona e notato il via vai sospetto di un 37enne, già noto alle forze dell'ordine, che abita proprio di fronte al campo dove sono state trovate le piantine. Il blitz è scattato mercoledì sera: il giovane operaio è stato fermato mentre, a bordo della sua auto, percorreva le strade del paese, con la scusa di un normale controllo stradale.

L’eccessivo nervosismo del giovane ha indotto i militari ad approfondire le verifiche e la sua abitazione è stata passata al setaccio. Durante la perquisizione sono stati trovati 200 grammi di marijuana e per l’operaio sono scattate le manette. Ad incastrare il 37enne sono stati anche i racconti dei clienti: avrebbero riferito ai carabinieri che, oltre a vendere la marijuana, gestiva una piccola piantagione di canapa. Per lui sono scattati gli arresti domiciliari: la misura è poi stata convalidata dal giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivava e spacciava marijuana: arrestato giovane operaio bresciano

BresciaToday è in caricamento