menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Campo riempito di liquami, un tanfo terribile: denunciato imprenditore

Un imprenditore agricolo e un suo contoterzista sono stati denunciati per illecito sversamento di reflui zootecnici

Incastrato dall'inconfondibile tanfo nauseabondo e dalle pessime condizioni del campo, ormai ridotto a una palude. Guai seri per un allevatore mantovano e l'agricoltore che aveva assoldato per lavorare nel suo campo di Carpenedolo: è stato beccato dai carabinieri proprio mentre versava liquami sul terreno agricolo.

Un'azione per la quale l'allevatore aveva ottenuto i permessi, ma che non avrebbe potuto effettuare il giorno in cui il contoterzista è stato sorpreso mentre, con l'ausilio di un trattore e una cisterna, inondava il terreno di reflui zootecnici. 

Per il titolare del terreno (un 55enne mantovano) e l'agricoltore è quindi scattata una denuncia per smaltimento illecito di reflui zootecnici. Non è finita qui: il trattore utilizzato per versare gli scarti sul terreno e la cisterna contenente il materiale sono finiti sotto sequestro.  

Non è il primo caso di sversamenti illeciti che si registra nel Bresciano: sarebbero anzi parecchi gli agricoltori finiti nei guai per non aver rispettato la normativa regionale e aver versato fanghi e liquami sui terreni della nostra provincia. Ecco perchè polizia e carabinieri hanno intensificato i controlli e promettono un ulteriore giro di vite. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento