Passante ferito da un cubetto di porfido scagliato dalle gomme di un'auto

Brutta avventura per una insegnante di scuola elementare, ferita accidentalmente mentre camminava in strada

Un grosso spavento, la frattura delle ossa del tarso, un dolore lancinante, e 30 giorni di prognosi: questo l'esito di una sfortunatissima camminata su una strada in porfido. Protagonista involontaria, una insegnante 42enne di origine salernitana che lavora presso la scuola primaria di Carpenedolo. La vicenda è raccontata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

A causare il ferimento è stato il semplice passaggio di un'automobile lungo una strada in porfido. L'insegnante stava camminando lungo via XX Settembre quando è stata colpita al piede da un cubetto di pietra "sparato" da una gomma dell'auto, senza che il conducente si accorgesse di nulla. Soccorsa da alcuni passanti, la donna è stata prelevata dall'ambulanza e portata in ospedale. Ne avrà per 30 giorni.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pescava quintali di cocaina dall'oceano, poi li portava a Brescia per lo spaccio

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Ragazzo morto sull'auto in fuga: il caso è chiuso, via libera al funerale

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

  • Incidente stradale in scooter, morta la 39enne Rachele Marino

Torna su
BresciaToday è in caricamento