Cronaca

Mistero su una profonda fossa: da dove arriva la carne avariata?

Singolare vicenda a Carpenedolo, sulle sponde del fiume Chiese: un gruppetto di tre individui è fuggito alla vista dei carabinieri. Erano impegnati a nascondere 10 chili di carne avariata

Singolare vicenda nella Bassa Bresciana. Un gruppetto di tre individui è fuggito dai carabinieri, sulle sponde del fiume Chiese in territorio di Carpenedolo: fino a poco prima erano impegnati nello scavo di una profonda fossa, in cui pare dovessero nascondere oltre 10 chilogrammi di carne confezionata e scaduta.

I movimenti sospetti dei tre ignoti sarebbero cominciati fin dalle prime luci dell'alba. Alcune persone che transitavano per caso, mentre facevano jogging, si sarebbero accorti di qualcosa di strano, avendo osservato i tre armeggiare con le pale per scavare la buca.

Sono stati subito avvisati i carabinieri, arrivati in pochi minuti. Ma i tre loschi individui sono riusciti a darsela a gambe, senza lasciare (per ora) alcuna traccia. Se non traccia ovviamente del loro operato: una buca assai profonda, e non lontano i 10 chili di carne.

Si tratta di carne (probabilmente da ristorante) scaduta da oltre quattro mesi. L'ipotesi di reato sarebbe dunque lo smaltimento illecito di rifiuti. Rimane il mistero su chi fossero gli smaltitori abusivi, e da dove provenga quella carne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mistero su una profonda fossa: da dove arriva la carne avariata?

BresciaToday è in caricamento