Spacciavano droga ai loro coetanei: nei guai tre minorenni

L'operazione dei carabinieri della stazione di Carpenedolo è iniziata grazie alla segnalazione di un genitore preoccupato dagli strani comportamento del figlio

Marijuana (immagine repertorio)

Vendevano marijuana e hashish ai loro coetanei. Non sono riusciti a farla franca e sono stati arrestati dai carabinieri. Nei guai tre ragazzi, tutti minorenni.

L’operazione è iniziata grazie alla segnalazione ai carabinieri di un genitore, preoccupato dagli strati comportamenti del figlio. I militari della stazione di Carpenedolo — che da tempo stavano monitorando i luoghi di aggregazione giovanile, in particolare le scuole superiori di Montichiari e Remedello — sono riusciti a risalire ai pusher. In totale i carabinieri hanno accertato circa quattrocento episodi di spaccio.

Successivamente sono scattate nove perquisizioni domiciliari durante le quali sono stati sequestrati circa 100 grammi di sostanze stupefacenti. L’indagine ha coinvolto una trentina di ragazzi, tutti minorenni. L’operazione non è ancora finita: proseguono le indagini per capire chi vendesse la droga ai giovani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento