menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riparazione di una condotta d'acquedotto in cemento-amianto

Riparazione di una condotta d'acquedotto in cemento-amianto

"Dal rubinetto scorre acqua all'amianto": accusa shock degli ambientalisti

Polemica a Carpenedolo per i tubi dell'acquedetto in fibrocemento, ex eternit: gli ambientalisti accusano, il Comune e Garda Uno rispondono. Non ci sarebbe pericolo

Acqua al gusto amianto in quel di Carpenedolo: questa è l'accusa lanciata dai comitati ambientalisti della Bassa Bresciana. Lo scrive BresciaOggi. L'acqua corrente che sgorga dai rubinetti sarebbe infatti trasportata attraverso una condotta in fibrocemento (da 200 millimetri) lunga circa un chilometro e mezzo.

Fibrocemento: meglio conosciuto come cemento-amianto, oppure eternit. Sarebbe questa la composizione del tubo, e né l'amministrazione comunale né Garda Uno (il gestore del ciclo idrico) smentiscono. Anzi, confermano.

L'evidenza, in effetti, non si può negare: il tubo sarebbe stato posizionato nei primi anni '70, parte dall'acquedotto dei Novagli e arriva fino alla cisterna della Rocchetta. “Si tratta di una condotta a norma e tenuta sotto controllo – ha detto l'assessore ai lavori pubblici, Maurizio Zonta – e ogni quattro mesi Garda Uno e Ats effettuano un monitoraggio dell'acqua”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento