rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Cronaca Borno

"Esattamente un anno fa ti è stata orribilmente e barbaramente tolta la vita"

Un anno fa l'omicidio di Carol Maltesi. Il corpo senza vita venne ritrovato alla fine di marzo, in un dirupo di Paline di Borno. Il ricordo del padre.

11 gennaio 2022, una data impossibile da dimenticare per i familiari e gli amici di Carol Maltesi. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti la giovane mamma è stata uccisa proprio 12 mesi fa dal 46enne bancario (e vicino di casa) Davide Fontana. Il delitto si sarebbe consumato durante un gioco erotico tra i due, che sarebbe stato anche filmato, all'interno dell'appartamento di Rescaldina (MI) della povera Carol. La 26enne era incappucciata e con le mani legate: Fontana l'avrebbe prima colpita a martellate per poi finirla con un taglio alla gola, con un coltello da cucina. Fatto questo, dopo aver acquistato gli arnesi necessari in un negozio di bricolage avrebbe smembrato il corpo in 15 parti, conservandole in un freezer a pozzetto acquistato online.

Da qui in poi avrebbe cercato di sbarazzarsi del cadavere in ogni modo: anche dandogli fuoco, cercando di bruciarlo addirittura sul barbecue di una casa vacanze affittata sul lago Maggiore. Senza riuscirci, riportando poi i resti della povera Carol a casa. Fino all'ultima tappa di un vero e proprio viaggio dell'orrore: a bordo della Fiat 500 della ragazza, ha raggiunto la Valcamonica e abbandonato il cadavere - fatto a pezzi - in un dirupo di Paline di Borno, dove è poi stato ritrovato il 21 marzo del 2022.

Negli oltre 70 giorni trascorsi tra la morte e il ritrovamento del cadavere, il killer avrebbe fatto di tutto per far credere che la 26enne era ancora in vita. Oltre a pagare regolarmente l'affitto dell'appartamento di Carol, si è impossessato del suo cellulare, rispondendo ai messaggi di conoscenti, degli amici, dei genitori e pure dell'ex compagno - la povera Carol era madre di un bimbo di 6 anni - sviando così i sospetti. Finché il cerchio si è stretto ed ha confessato l'atroce delitto ai carabinieri e ai magistrati.

"Oggi esattamente un anno fa ti è stata orribilmente e barbaramente tolta la vita. Ma resterai per sempre nel cuore di chi ti ha amato", scrive il padre della giovane su Facebook. Parole corredate dalla foto della 26enne e dalla canzone dei Queen "No-one but you". E Fabio Maltesi non è l'unico a ricordare sui social il triste anniversario. Anche Eddy Santangelo, noto dj e direttore artistico del locale Showgirl di Bolzano, ha voluto dedicare un pensiero a Carol.

Santangelo è stato una delle ultime persone ad incontrarla: la 26enne, nota ai più con il nome d'arte Charlotte Angie, si era esibita nel suo locale tre giorni prima dell'omicidio. Con lei c'era Davide Fontana: anche se la relazione tra i due era finita, il 46enne continuava a accompagnarla agli eventi e sui set dei film hard.

"Abbiamo avuto una lunga conversazione in camerino dopo lo show - ci aveva detto raccontato il dj da noi intervistato lo scorso marzo - lei mi ha detto che era molto soddisfatta del lavoro, che aveva ancora tanti progetti da realizzare. Mi ha parlato anche del figlio e del suo desiderio di trasferirsi in Veneto per avvicinarsi a lui: così mi sono offerto di darle una mano per trovare una nuova casa nel Veronese".

Per gli inquirenti Carol sarebbe stata uccisa proprio perché voleva lasciare l'appartamento di Rescaldina per avvicinarsi al figlioletto, che abita in provincia di Verona con il padre. Secondo il gip, sarebbe stata proprio la paura dell'abbandono a spingere il bancario milanese ad ammazzare la giovane donna l'undici gennaio di un anno fa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Esattamente un anno fa ti è stata orribilmente e barbaramente tolta la vita"

BresciaToday è in caricamento