Capriolo: Enrico Chiodini ritrovato dopo un mese e mezzo a La Spezia

L'uomo si era allonatnato da casa - molto probabilmente - per una questione di debiti. E' stato rintracciato dalla Polfer di La Spezia mentre girovaga per la stazione. Dice di non ricordare dove sia stato durante la fuga

Era un mese e mezzo che non si avevano sue notizie. Ieri, finalmente, il 58enne di Capriolo Enrico Chiodini è stato rintracciato dalla Polfer nella stazione di La Spezia.

La scomparsa dell'uomo si è rivelata alla fine un allontanamento volontario, dovuto - molto probabilmente - a una questione di debiti.

Chiodini era scomparso da casa il 6 maggio scorso in sella alla sua mountain bike. All'inizio si era pensato a una possibile tragedia, carabinieri e protezione civile avevano scandagliato sentieri e corsi d'acqua intorno al paese, senza avere però nessun riscontro.

Chiodini, che è stato accolto alla stazione di Rovato dai familiari, ha asserito di non ricordare dove aver passato il periodo lontano da casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in poche ore morte tre sorelle

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 29 marzo 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento