menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Rapina shock: giovane barista presa a bastonate da un ladro

Furto al bar Le Bistrot di Capriolo, giovedì mattina all'alba: sono le 5.30 circa quando il rapinatore varca la soglia. La giovane barista viene picchiata e rapinata per 250 euro. Indagano i Carabinieri

Il rapinatore del bar “Le Bistrot” di Capriolo potrebbe avere molto presto un nome e un volto. Gli inquirenti sono sulle sue tracce da poche ore, ma avrebbero già ristretto il cerchio delle indagini: si tratterebbe (potenzialmente) di un frequentatore abituale del bar, o comunque uno che conosce molto bene il locale, gli orari di apertura. Uno che insomma sa come muoversi.

La rapina. Tutto è successo giovedì mattina all'alba: erano le 5.30 quando la giovane dipendente, una commessa di origini cinesi, ha alzato la saracinesca, ha acceso la macchina del caffè, stava per sistemare le brioches. Aggredita faccia a faccia da un uomo armato e con il volto coperto, minacce e idee chiare: “Dammi i soldi e non fare domande”.

La ragazza è rimasta paralizzata, impaurita. Forse d'istinto ha fatto un passo indietro: una mossa che al rapinatore non è piaciuta, ha subito reagito impugnando un bastone, in una mano la pistola, nell'altra il bastone, fino a colpirla due volte, una alla testa (solo sfiorata) e un altro alla schiena.

Pare che la giovane si sia accucciata, piangendo, lasciando via libera al rapinatore che si è fiondato sulla cassa, e ha recuperato circa 250 euro in contanti. Poi è fuggito rapidamente. Ma a quanto pare non è andato molto lontano.

I Carabinieri sono al lavoro sulla base della testimonianza della ragazza, inizialmente sotto shock, e delle immagini di videosorveglianza. Altro indizio utile: la pistola era finta, un'arma giocattolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento