Cronaca Via Faletti

Perde la casa e il lavoro, poi la follia: sprangate alla ditta che non lo vuole più

Ecco i motivi del raptus di follia di lunedì pomeriggio che ha coinvolto un uomo di 44 anni residente a Palazzolo sull'Oglio: dopo aver perso il lavoro ha perso anche la casa e i figli. E' stato arrestato

Foto di repertorio

Ha perso la casa e il lavoro, all'ennesimo rifiuto non ci ha visto più: ha preso in mano una spranga e ha colpito e distrutto alcune vetrine esterne della fabbrica per cui lavorava, prima di concludere il suo raptus di follia colpendo ripetutamente almeno una decina di auto parcheggiate nei dintorni.

Questo il quadro che avrebbe portato all'esasperazione il 44enne senegalese di Palazzolo sull'Oglio che lunedì pomeriggio si è sfogato nei pressi della Ber-Pa di Via Faletti, la ditta per cui lavorava. Avrebbe perso il lavoro, e proprio lunedì avrebbe ricevuto il rifiuto dell'azienda all'ipotesi di riassumerlo.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso: solo pochi giorni fa ha perso la casa, a San Pancrazio di Palazzolo, dopo diversi tentativi di sfratto. Da mesi non pagava l'affitto, da dicembre aveva deciso di occupare la casa insieme alla famiglia, la moglie e quattro figli di cui tre ancora piccoli.

Negli ultimi giorni lo sfratto esecutivo, e i figli che sono stati affidati ai Servizi Sociali del Comune. Lunedì pomeriggio il 44enne ha perso la testa: fermato dalla Polizia Locale – li avrebbe pure aggrediti – e poi arrestato dai Carabinieri. Ora si trova Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la casa e il lavoro, poi la follia: sprangate alla ditta che non lo vuole più

BresciaToday è in caricamento