rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Capriano del Colle

Lo Stato ha deciso: via libera al nuovo impianto da 630 milioni di metri cubi di gas

A due anni dal Tar anche il Consiglio di Stato ha respinto le istanze di Comune e ambientalisti per la realizzazione del nuovo maxi-impianto di stoccaggio di Capriano, da 630 milioni di metri cubi

Engie è una multinazionale francese che opera nel settore della produzione e distribuzione di energia elettrica, nel settore del gas naturale e delle energie rinnovabili. Fino all'aprile del 2015 era chiamata Gdf Suez: ad oggi risulta essere il quarto gruppo mondiale nel settore dell'energia, oltre ad essere il primo produttore indipendnete di elettricità e il primo fornitore di servizi energetici e ambientali al mondo.

Vanta anche il primato europeo sia per quanto riguarda la distribuzione che l'importazione di gas naturale, tra cui il metano che verrà appunto stoccato a Capriano. Il gruppo conta più di 150mila dipendenti, e un fatturato vicino ai 67 miliardi di euro.

La polemica sul nuovo impianto si trascina da anni. Gli ambientalisti del Comitato Salute e Ambiente di Capriano da tempo denunciano non solo le problematiche ambientali, ma anche i rischi (a loro avvisto) dal punto di vista sismico. Questioni e istanze respinte sia dal Tar che dal Consiglio di Stato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Stato ha deciso: via libera al nuovo impianto da 630 milioni di metri cubi di gas

BresciaToday è in caricamento