Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Capriano del Colle / Via Trento

Camionista colto da malore: salvo grazie ai carabinieri e a un automobilista di passaggio

Impegnati in una perlustrazione alla ricerca di ladri, i militari hanno visto l’uomo in difficoltà. 15 minuti di massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca, poi il lieto fine.

Calma e sangue freddo da parte di due carabinieri, e una buona dose di fortuna. Se un camionista di nazionalità bielorussa potrà raccontare con la propria voce la sua disavventura in terra bresciana è grazie a tutti questi fattori. Due militari della stazione di Verolanuova a seguito di un furto presso il bar “Piazzetta 45” erano impegnati in una perlustrazione nel territorio di Capriano del Colle quando, in via Trento a Fenili Belasi, hanno visto il camionista in difficoltà, steso a terra privo di conoscenza vicino al suo mezzo pesante. La notizia è riportata dal Corriere della Sera.

Fermatisi, hanno avvicinato il 53enne, trovando vicino al corpo un dispenser tipico di chi soffre d’asma, ormai vuoto. Chiamato il 112 hanno spiegato la situazione al personale di soccorso e senza mai perdere calma e lucidità, hanno messo in pratica la procedura di salvataggio in attesa dell’ambulanza. Mentre uno dei due agenti praticava massaggio cardiaco e respirazione bocca a bocca, l’altro in strada fermava tutti gli automobilisti sperando di trovare un medico. 

La fortuna ha assistito il carabiniere, e più di lui il camionista: a bordo di un’auto è stato fermato un asmatico. Per la situazione di emergenza in corso l’uomo era ancora meglio di un medico, grazie alla sua condizione ha potuto prestare al camionista il proprio dispenser di medicinale, grazie al quale il bielorusso è tornato presto a respirare autonomamente. All’arrivo dell’ambulanza l’uomo era ormai fuori pericolo, e i sanitari si sono limitati ad applicargli per precauzione la maschera dell’ossigeno.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camionista colto da malore: salvo grazie ai carabinieri e a un automobilista di passaggio

BresciaToday è in caricamento