6 milioni di euro per un allevamento di capre, ma finiscono tutte in padella

Il triste destino di nove caproni della Valcamonica, capre bionde dell'Adamello acquistate dagli americani per dar vita ad una nuova razza ibrida in Afghanistan, da cui sarebbe stato prodotto del pregiato cachemire biondo

Capre bionde dell'Adamello (foto d'archivio)

Erano partite dalla Valcamonica con la classica valigia piena di sogni, o almeno così doveva essere: trasferite in Afghanistan solo ed esclusivamente per riprodursi, e dar vita ad una nuova e pregiatissima razza. E invece è finita male: pare infatti che siano state tutte arrostite. Lo scrive BresciaOggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La compagine di capre bionde dell'Adamello, tutti maschi adatti alla riproduzione, era stata acquistata addirittura dal Pentagono, nell'ambito di un progetto di rilancio dell'economia pastorale afgana, alle prese con una guerra lunga ormai più di 15 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

  • Arresto cardiaco, muore nella sua auto: era in malattia e aveva la febbre

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus: morto cassiere di 57 anni, supermercato chiuso per lutto

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

Torna su
BresciaToday è in caricamento