Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Capodanno in piazza: barriere (o tornelli) per la sicurezza

In una prossima riunione del Comitato per l’ordine pubblico, Comune e Prefettura stabiliranno le modalità di accesso alla festa di fine anno.

Divertimento e sicurezza, legati a doppio filo. Quando mancano ormai due mesi al capodanno 2018, in Loggia si inizia a discutere circa le più opportune precauzioni in termini di sicurezza pubblica, sulla scorta delle recenti disposizioni del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno. 

La location per la festa cittadina dovrebbe essere la rinnovata piazza Vittoria. Musica e intrattenimento, ad accesso gratuito, ma forse non del tutto libero: tra le ipotesi al vaglio, che verranno discusse in un imminente incontro del Comitato per l’ordine pubblico, ci potrebbe essere l’accesso a numero chiuso, gestito dalle forze dell’ordine o tramite tornelli. Praticamente scontata la presenza delle barriere anti-intrusione, per evitare lo sfondamento da parte di eventuali mezzi, e dei controlli sistematici su borse a zaini. Probabile, anzi scontato, anche il divieto di accedere alla piazza con alcolici e bottiglie di vetro, e petardi.

Un commento sull’ipotesi della realizzazione di tornelli, simili a quelli degli stadi, arriva da Walter Muchetti, assessore con delega alla rigenerazione urbana e alla sicurezza, ed è riportato dal Giornale di Brescia: «Credo che sia un’opzione di difficile realizzazione e di altrettanto difficile gestione. E credo anche che vista la professionalità di tutte le forze di polizia verrà trovata una soluzione». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno in piazza: barriere (o tornelli) per la sicurezza

BresciaToday è in caricamento