Cronaca

Botti di Capodanno: 5 ricoverati al Civile, 4 sono minorenni

Si contano i danni di razzi e petardi: in città, nonostante il divieto botti per tutta la notte, dal centro alla periferia. Cinque persone sono state poi ricoverate al Civile di Brescia: tra di loro anche due bambini

Non solo brindisi e non solo spumanti, e ogni Capodanno lascia dietro di sé anche ombre oscure, sulle feste che spesso vanno fuori controllo. A parte la ventina di persone che sono state soccorse a causa di un’abbondante ingestione di alcol, tra città e provincia ben cinque feriti a seguito delle esplosioni di razzi e petardi.

In città i botti ci sono stati, eccome, e nonostante il divieto del Comune e le multe salate, anche fino a 400 euro. La Polizia Locale ha preferito ‘lasciar fare’, e non intervenire, visto che il divieto non è stato rispettato in lungo e in largo, dal centro alla periferia.

Tra i cinque feriti (ricoverati al Civile) ben quattro minorenni: niente di grave, per fortuna, ma tre di loro che sono stati dimessi solo ieri mattina, a seguito delle dovute medicazioni e degli ultimi accertamenti.

Un ragazzo di Agnosine, ancora giovanissimo, raggiunto sul volto dall’esplosione di un piccolo razzo. Poi due bambini piccoli, di 2 e 5 anni, originari della Svizzera e in vacanza sul Garda: sono stati colpiti di striscio dai ‘resti’ di un petardo esploso, mentre si festeggiava in agriturismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti di Capodanno: 5 ricoverati al Civile, 4 sono minorenni

BresciaToday è in caricamento