Cronaca Trenzano

Capanno abusivo di pallet nel piazzale dell'azienda: tre denunce

Nei guai il cacciatore e i due titolari

La campagna di prevenzione dei carabinieri forestali del reparto antibracconaggio Soarda e del nucleo Cites di Bergamo (Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora), organizzata nei giorni scorsi nella nostra provincia ha portato a diverse denunce. Le più "particolari" sono senza dubbio quelle recapitate a tre persone di Trenzano, nella Bassa, che si erano accordate per sparare - anche a specie protette, come ai prispoloni, impegnati in questi giorni nella migrazione - non in campagna ma direttamente dal piazzale di un'azienda. 

Per farlo hanno allestito un vero e proprio capanno abusivo, accatastando pallet e rami, ricoprendo il tutto con un telo verde ed appostandosi all'interno per poter aprire il fuoco agli uccelli appostati sugli alberi di fronte. Per di più, il cacciatore è stato sorpreso mentre utilizzava richiami elettroacustici vietati. 

L'ingegnoso cacciatore 60enne è stato denunciato, al pari dei due titolari - 62 e 71 anni - dell'azienda dove era stato allestito il capanno (in una zona residenziale, tra l'altro) che ovviamente erano a conoscenza delle sue intenzioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capanno abusivo di pallet nel piazzale dell'azienda: tre denunce

BresciaToday è in caricamento