menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fa scoppiare una bombola di gas, ferisce due agenti e minaccia: "Ti taglio la gola"

Notte di follia al carcere di Canton Mombello: un detenuto ha ingoiato otto batterie e ha lanciato una bomboletta di gas addosso a due agenti

Un altro episodio di violenza, il terzo in poche settimane, all'interno del carcere Canton Mombello di Brescia: per i sindacati è una vera e propria “escalation” per ora senza fine. E a pagarne le spese, riferisce una nota della Cgil, “sono due poliziotti penitenziari, padri di famiglia, che nello svolgere il proprio compito istituzionale hanno rischiato la propria vita”.

I fatti: nella tarda serata di giovedì, un detenuto avrebbe incendiato la propria cella, procurandosi tagli sul corpo, ingoiato otto batterie e poi fatto esplodere una bomboletta di gas diretta contro i due poliziotti che stavano intervenendo per salvarlo dall'incendio che lui stesso aveva procurato. Gli agenti sono stati feriti agli occhi e alle orecchie, trasferiti in ospedale al pronto soccorso.

Il duro affondo del sindacato

Lo stesso detenuto avrebbe poi minacciato di tagliare la gola a un altro agente. “Le condizioni dei feriti non sono gravi ma la paura è tanta – spiega Calogero Lo Presti, Fp Cgil – hanno rischiato dei danni fisici permanenti solo per aver svolto il proprio lavoro. E' una situazione al limite della sostenibilità. E' ora che la politica s'interroghi su cosa sta accadendo all'interno delle carceri, e prenda seri e urgenti provvedimenti prima che sia davvero tardi e succeda l'irreparabile”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento