Cronaca

Porta il pc a riparare, dentro ci sono foto 'hot' di bambini: nei guai un cantante

Dieci mesi di reclusione per un cantante-imitatore, accusato di detenzione di materiale pedopornografico

Un cantante di 68 anni è finito nei guai per detenzione di materiale pedopornografico. L’uomo è originario di Cutro, ma di casa nel Mantovano: si tratta di un volto noto soprattutto nei comuni di Asola e Canneto d’Oglio, ma anche nella Bassa bresciana per le sue esibizioni nei locali come cantante e imitatore.

E' finito nel mirino degli inquirenti dopo aver portato il suo computer a riparare. Il tecnico a cui si era rivolto aveva infatti scovato del materiale illegale: una cartella contenente scatti di bambini e bambine nudi. Immagini immediatamente finite nelle mani dei carabinieri, che avevano poi avviato le indagini.

Il 68enne è finito alla sbarra nei giorni scorsi: a nulla sono valse le giustificazioni del suo avvocato, che avrebbe spiegato che si era trattato di una colossale svista. Il legale avrebbe infatti sostenuto che quegli scatti erano stati scaricati involontariamente dal suo assistito, che non si sarebbe accorto di averli immagazzinati nella memoria del computer.

Una versione dei fatti che non ha convinto né il giudice, né il pubblico ministero: al termine del processo, il 68enne ha patteggiato una pena di 10 mesi con la procura distrettuale di Brescia, che ha la competenza su questo tipo di reati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta il pc a riparare, dentro ci sono foto 'hot' di bambini: nei guai un cantante

BresciaToday è in caricamento