menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zona di caccia a Bagolino

Zona di caccia a Bagolino

Maniva: lardo e pancetta al veleno, in montagna morti 10 segugi

Strage di segugi a seguito di una vera 'semina' di bocconcini avvelenati: il Comune corre ai ripari, mentre i Carabinieri indagano sulla vicenda. Due le ipotesi: residenti infastiditi o cacciatori che litigano fra loro

Morti almeno una decina di cani tra il Maniva e la Dasdana, in territorio di Bagolino: una vera e propria strage riconducibile ad un’abbondante ‘semina’ di bocconi avvelenati, sparsi in diverse aree del territorio di caccia.

Due le denunce, diverse le segnalazioni: succulenti bocconi di lardo o pancetta riempiti di veleno, che hanno ‘drogato’ e poi ucciso 10 segugi, in zona accompagnati dal padrone e cacciatore.

Forse un autoctono infastidito, forse un litigio mai sanato tra cacciatori di zone diverse. Non ci sono dubbi sulla morte per avvelenamento: i cani hanno cominciato a barcollare e guaire, prima di svenire e perdere i sensi, per sempre.

Anche in Comune si corre ai ripari: oltre alla denuncia ai Carabinieri, che indagano sulla vicenda, sono stati ‘appesi’ decine di cartelli che mettono in guardia i cacciatori dal rischio veleno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

  • Cronaca

    Party a bordo vasca per 15 persone: tutti denunciati

  • Cronaca

    Auto in fiamme, coppia scende un attimo prima del disastro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento