Cronaca

Detenuti bergamaschi chiedono l'indulto alla Cancellieri

Striscioni e lettere indirizzate al Ministro in visita al penitenziario

Alcuni detenuti del carcere di Bergamo hanno consegnato nelle mani del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, lunedì pomeriggio in visita alla struttura penitenziaria, diverse lettere da loro scritte e nelle quali chiedono provvedimenti di clemenza, amnistia e indulto. Concetto espresso anche su alcuni striscioni appesi alle finestre del carcere.

Il ministro, già prefetto a Bergamo in passato, ha però rilevato che non è in suo potere adottare una decisione del genere, che spetta solo al Parlamento. Al termine della visita il Guardasigilli ha esclamato: "Ce ne fossero di carceri come questo". Presenti il direttore Antonino Porcino, parlamentari, magistrati e rappresentanti delle forze dell'ordine di Bergamo.

Il ministro ha visitato tutti i settori del carcere e ha avuto parole d'elogio sulla gestione della casa circondariale, della quale ha apprezzato in primis l'organizzazione degli spazi: "Ogni centimetro è ben utilizzato", ha evidenziato, rilevando la varietà di attività alle quali possono accedere i detenuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuti bergamaschi chiedono l'indulto alla Cancellieri

BresciaToday è in caricamento