rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Tremosine / Campione del Garda

Un volo di centinaia di metri prima di schiantarsi: grave ragazzo

L'incidente mercoledì pomeriggio a Campione del Garda: la vittima (non in pericolo di vita) è un ragazzo di 29 anni che si è lanciato dalla falesia per fare “base jumping”

Attimi di panico condiviso mercoledì pomeriggio a Campione del Garda, e a conti fatti ancora una volta si può parlare di tragedia sfiorata: un giovane turista finlandese di 29 anni di cui non sono state rese note le generalità ha rischiato tantissimo nel precipitare rovinosamente sulla spiaggia in ghiaia dopo essersi lanciato dalla falesia con il paracadute. Ma qualcosa è andato storto.

Il giovane è un cosiddetto “base jumper”, disciplina nota anche come “paracadutismo da fermo”: anziché da un aereo, il lancio avviene da dirupi scoscesi, montagne a strapiombo, perfino ponti e grattacieli. Si tratta di una disciplina pericolosissima: lo scorso anno si sono contati almeno 37 morti. E da quando il base jumping è diffuso, poco più di 30 anni, sarebbero almeno 300.

La dinamica dell'accaduto è al vaglio delle forze dell'ordine. I carabinieri indagano per capire esattamente cosa sia successo: il ragazzo si è lanciato nel vuoto, armato di tuta e appunto paracadute, dalla falesia (alta centinaia di metri) che sovrasta praticamente tutta la piccola frazione gardesana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un volo di centinaia di metri prima di schiantarsi: grave ragazzo

BresciaToday è in caricamento