Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Orrore al campetto della parrocchia: ragazzino vittima di violenza sessuale

L'episodio negli spogliatoi di un campetto di calcio di un oratorio dell'Alto Mantovano: la vittima è un ragazzino di 13 anni. Sotto accusa un educatore della parrocchia

L'orrore di molestie e violenze sessuali negli spogliatoi di un campetto da calcio di un oratorio di periferia, nell'Alto Mantovano e al confine con la provincia di Brescia: per ovvi motivi non è stata resa nota la località, né tanto meno le generalità dei protagonisti. Sotto accusa ci è finito un giovane educatore, di appena 22 anni, accusato di violenza sessuale: avrebbe abusato di un minorenne.

La vittima sarebbe un ragazzino di 13 anni, che a fronte di quanto accaduto avrebbe raccontato tutto prima ai genitori, e poi alle forze dell'ordine. Le indagini lampo degli inquirenti avrebbero raccolto elementi probatori tali da richidere il rinvio al giudizio del giovane imputato. 

L'episodio si sarebbe verificato al termine di una partita di calcio. Il ragazzino sarebbe stato adescato e poi molestato negli spogliatoi del campetto dell'oratorio, a due passi dalla parrocchia. Elemento che rende ancora più inquietante lo svolgersi degli eventi.

A margine delle indagini e delle accuse, la Procura ha aperto un'inchiesta che adesso è già sfociata in tribunale. L'imputato, messo di fronte alle proprie responsabilità, avrebbe chiesto il rito abbreviato: a margine di una sorta di ammissione di colpa, la pena in questo caso viene ridotta di un terzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orrore al campetto della parrocchia: ragazzino vittima di violenza sessuale

BresciaToday è in caricamento