Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Quinzano d'Oglio

Cittadino protesta, il vescovo "spegne" le campane

Suoneranno solo dalle 7:30 alle 21

Ha scritto al vescovo, che ha accolto la sua richiesta ed a sua volta ha scritto al parroco, che ha spento le campane. Il caso arriva dalla Bassa Bresciana, da Quinzano d'Oglio, dove don Piero Minelli - controvoglia - ha accolto l'invito del suo superiore interrompendo l'attività delle campane tra le 21 e le 7:30 di mattina. La storia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi

Un cittadino del paese bassaiolo che non sopportava più il suono proveniente dalla torre campanaria della parrocchiale dei Santi Faustino e Giovita ha scritto a Pierantonio Tremolada chiedendone il silenziamento. Il vescovo ha accolto la richiesta, e don Piero - come riporta Bresciaoggi - ha eseguito: «A quanto pare si lamenta un solo parrocchiano su 6.300 abitanti e intanto è partita una raccolta di firme per chiedere il ripristino degli orari dei rintocchi, ma io intanto mi attengo alle disposizioni del vescovo». 

Sulla stessa lunghezza d'onda del parroco anche il sindaco, Lorenzo Olivari, che considera le campane "la musica della nostra civiltà", e non un rumore fastidioso. La richiesta del cittadino che ha scritto al vescovo è, per il primo cittadino, "una vittoria dell'egoismo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadino protesta, il vescovo "spegne" le campane

BresciaToday è in caricamento