Cronaca

A4, camionista eroe: "Salvare la bimba, non avevo altri pensieri"

Parla Ion Purice, il camionista che ha protetto la bimba ferita sull'autostrada A4. Ritornato a Rovigo, dove abita, è stato accolto da una folla di amici e parenti, e dal sindaco del Comune

Non si sente un eroe, il suo unico pensiero è stato di fare qualcosa per mettere in salvo una bimba finita sulla carreggiata lungo la A4. Ion Purice, 29 anni, romeno, è tornato giovedì a Porto Viro (Rovigo), dove ha sede la ditta di autotrasporti per cui lavora, e pare come sbalordito dal clamore suscitato dal suo gesto.

Non c'è stato tempo per fare tanti pensieri, fa capire, quando domenica scorsa ha deciso, nel pieno del traffico autostradale nel bergamasco, di fare una manovra azzardata e fare così velo con il suo tir a un corpicino finito in mezzo alla strada, sbalzato fuori dall'auto sulla quale viaggiava. Una bambina di otto anni di origini marocchine che era sulla vettura condotta dal padre.

"Ho visto - ha detto Purice - quel fagotto in mezzo alla strada e un uomo che si agitava sbracciandosi. Istintivamente ho messo di traverso il camion, sperando di salvare la bimba, non avevo altri pensieri".

"Ho fatto l'unica cosa che mi veniva naturale" ha ricordato, prima di esprimere il desiderio di incontrare il padre della bimba, ancora ricoverata in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Purice, da tre anni residente a Taglio di Po con la moglie e un figlio piccolo, su quel camion passa gran parte del suo tempo e a Porto Viro è arrivato dopo quasi 20 ore di viaggio dall'Olanda per riconsegnare il mezzo alla ditta, specializzata nel trasporto di prodotti alimentari. Ad aspettarlo la moglie, i colleghi di lavoro.

Forse, però, non si immaginava di essere atteso anche dal sindaco del suo comune, Francesco Siviero, e da tante altre persone che hanno voluto mostrargli il loro affetto. Il camionista eroe ha ringraziato tutti. Dal sindaco di Taglio di Po e dall'assessore Maura Veronese ha poi ricevuto un gagliardetto. E' fissata invece per il 14 settembre, durante la serata dedicata alle eccellenze polesane nell'ambito del 409. anniversario del "Taglio di Porto Viro", una cerimonia per la consegna di un riconoscimento per il suo gesto eroico.


"Siamo orgogliosi del gesto e di lui - ha dichiarato Siviero - un augurio di pronta guarigione alla bambina". Intanto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha inviato a Ion Purice una formale "Lettera di encomio". I due si sono sentiti anche al telefono. E scrive il ministro su twitter e sul suo sito circa la telefonata con il camionista: "Ha continuato a ripetermi che lui ha fatto un gesto assolutamente normale. E' proprio l'ordinarietà del suo coraggio che merita la nostra stima e il nostro riconoscimento", scrive il ministro sul twitter e sul suo sito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A4, camionista eroe: "Salvare la bimba, non avevo altri pensieri"

BresciaToday è in caricamento