Terrificante rapina a Calvisano: benzinai aggrediti con pistola e martello

Rapina da incubo ma senza bottino a Calvisano: due giovani benzinai pakistani sono stati aggrediti e picchiati sulla strada che da Viadana porta in paese

Rapina da incubo ma senza bottino a Calvisano, non lontano dalla stazione di servizio TotalErg nella frazione di Viadana: le vittime sono due giovani benzinai pakistani, aggrediti alle spalle mentre stavano tornando a casa a piedi, col buio, appena terminato il turno di lavoro. Una coppia di banditi incappucciati e armati, con il terzo complice in auto, li ha aggrediti e picchiati con la volontà di rapinarli. Ma i due erano senza soldi.

Forse li avevano puntati da un po', seguiti a distanza, tenuti d'occhio con l'idea che portassero con sé l'incasso di giornata. Non è andata così: i due giovani benzinai, di 25 e 30 anni, come spesso accade stavano tornando a casa a piedi. Hanno sentito un'automobile avvicinarsi, pensando che fosse un amico che volesse dar loro un passaggio.

Volto coperto, armati di pistola e martello

E invece erano i rapinatori: il primo è sceso dall'auto, una Lancia Y, imbracciando una pistola, con un passamontagna in testa. “Dammi i soldi o finisce male”, avrebbe detto alla vittima, poi colpito al volto con il calcio dell'arma. In pochi attimi dall'utilitaria è sceso anche il secondo rapinatore, armato di martello: con l'arnese ha colpito alle gambe il secondo benzinaio, caduto a terra per le botte subite.

Solo il passaggio di altre auto ha impedito che la cosa andasse anche peggio: probabilmente alla vista di vetture in avvicinamento i tre banditi se la sono data a gambe. Sono scappati a tutto gas, senza lasciare tracce: dell'accaduto se ne stanno occupando i carabinieri, che hanno già verbalizzato la denuncia dei due benzinai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento