Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Calvisano

Strage di pesci nel fiume: allarme ambientale, vietata la pesca e la balneazione

Dopo il fiume Mella, anche il fiume Chiese: allarme ambientale tra Calvisano e Montichiari, dove il sindaco ha vietato pesca e balneazione. Centinaia i pesci morti recuperati al ponte di Mezzane

L'ennesimo allarme ambientale nei territori della Bassa Bresciana. In questo caso siamo qualche chilometro più in su rispetto agli ultimi e incresciosi episodi, ma il risultato non cambia: sarebbero morti centinaia e centinaia di pesci nel fiume Chiese, con epicentro all'altezza del ponte di Mezzane, in territorio di Calvisano.

Non sarebbero morti a Calvisano, quanto piuttosto a Montichiari e poi trascinati dalla corrente. Questa è la pista che stanno seguendo gli agenti della Polizia Provinciale, intervenuti a seguito di numerose segnalazioni. Si pensa che l'origine della strage sia rintracciabile tra le località di San Giorgio e Tognale.

Anche il sindaco di Montichiari Mario Fraccaro ha pubblicato un'ordinanza urgente in cui si vieta la balneazione e soprattutto la pesca nelle acque del fiume. Nono conoscendo le cause dell'improvvisa moria di pesci, meglio non correre alcun rischio sul tema della salute pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di pesci nel fiume: allarme ambientale, vietata la pesca e la balneazione

BresciaToday è in caricamento