Nell'alloggio comunale uno spacciatore clandestino: scandalo in paese

Beccato e subito espulso dall’Italia il marocchino di 25 anni già arrestato per spaccio che da tempo viveva abusivamente occupando un alloggio di proprietà del Comune di Calvisano

Foto d'archivio

Furbo ma non troppo: prima o poi la “pacchia” doveva finire. E’ stato beccato, arrestato e infine espulso dall’Italia il clandestino di 25 anni di nazionalità marocchina che da qualche tempo aveva occupato abusivamente un alloggio comunale di Calvisano (che pare comunque fosse vuoto).

Già noto alle forze dell’ordine, aveva già in carico un decreto di espulsione, firmato dalla Questura di Brescia nel marzo scorso: il giovane era stato arrestato pochi mesi prima per spaccio di droga, una volta espiata la sua pena avrebbe dovuto lasciare l’Italia.

E invece il 25enne aveva fatto perdere le sue tracce, e si era “attrezzato” per vivere senza regole in una casa occupata. Non poteva durare a lungo: i controlli mirati effettuati dalla Polizia Locale e dai Carabinieri hanno permesso di individuare e identificare l’abusivo.

Il blitz delle forze dell’ordine ha coinvolto tutti e 19 gli appartamenti di proprietà comunale, con segnalazioni mirate da parte degli uffici (in caso di occupazione abusiva, confrontando ad esempio le utenze del gas e dell’acqua). Il giovane intanto ha già lasciato il Paese: è stato accompagnato in aeroporto e caricato su un aereo per il Marocco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: lascia marito e figlie

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

Torna su
BresciaToday è in caricamento