Fermato per un controllo sulla sua betoniera, è ubriaco fradicio già di prima mattina

Denuncia a piede libero e sequestro del mezzo: un autista che si è messo alla guida nonostante avesse bevuto, rischia anche il posto di lavoro.

Immagine di repertorio

Altro che caffè corretto grappa: una vera e propria sbornia, di primissima mattina. È davvero incredibile la storia, raccontata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane, che arriva da Calcinato e vede come protagonista un 55enne residente a Desenzano. Nella mattinata di ieri, attorno alle 8:30, l'uomo è stato fermato dagli agenti del Comando intercomunale di Calcinato mentre, a bordo di una betoniera, viaggiava lungo via Brescia, a Calcinatello. 

Alla semplice richiesta di mostrare patente e libretto, gli agenti hanno immediatamente capito che c'era qualcosa di strano sentendo un forte odore di alcol provenire dalla cabina del mezzo. Seppure fosse prima mattina, gli agenti hanno sottoposto il conducente all'alcol test, che ha dato un riscontro sorprendente. Portato l'autista in Comando, a Lonato, il risultato è stato confermato: il 55enne aveva nel sangue un tasso di alcol pari a 2,39 grammi per litro, una quantità pari a quasi quattro volte il limite consentito dalla legge. 

Inevitabile il ritiro della patente e il sequestro del mezzo (portato in deposito da un collega del 55enne): l'uomo alla guida della betoniera è stato denunciato a piede libero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento