rotate-mobile

Ginnastica ritmica e maltrattamenti, il video: "A mali estremi, estremi rimedi"

Il video reso pubblico dalla Polizia di Stato di Brescia

Nella mattinata di oggi, la Polizia di Stato di Brescia ha dato esecuzione a un'ordinanza interdittiva nei confronti di Stefania Fogliata, istruttrice federale di ginnastica ritmica, per il reato di maltrattamenti aggravati dalla giovane età delle persone offese; i fatti sarebbero avvenuti dal 2017 ad oggi, nell'accademia "Nemesi" di Calcinato. Sarebbero in tutto 8 le minorenni vittime dell'istruttrice, tutte di età compresa tra i 10 e i 14 anni.

Il giudice ha ravvisato l'ipotesi di maltrattamenti in un contesto parafamiliare come quello di una scuola sportiva, in cui le giovani erano affidate a Fogliata per ragioni di educazione, sportiva ma anche scolastica, trattandosi di un centro semiresidenziale nel cui ambito le atlete trascorrevano l'intera giornata, tra allenamenti ed impegni di istruzione, dalle 8 del mattino fino a tarda sera.

L'ordinanza del gip prevede il divieto temporaneo di esercitare la professione di allenatrice per un anno, sull'intero territorio nazionale.

Video popolari

Ginnastica ritmica e maltrattamenti, il video: "A mali estremi, estremi rimedi"

BresciaToday è in caricamento