Cronaca

Infortunio in ditta, mano straziata dal macchinario: operaio in un bagno di sangue

Rischia di perdere le funzionalità della mano destra l'operaio di 50 anni vittima mercoledì di un infortunio sul lavoro in fabbrica, a Calcinato

Foto d'archivio

Rischia di perdere alcune funzionalità della sua mano destra l'operaio di 50 anni vittima mercoledì mattina di un brutto infortunio sul lavoro, alla fabbrica Riplast di Via Gavardina di Sopra, a Calcinato. L'allarme è stato lanciato poco dopo le 8.30: il 50enne, residente a Rezzato, era impegnato nella pulizia di un macchinario, quando la mano gli è rimasta incastrata in un rullo in quel momento ancora in movimento.

Le sue grida di dolore hanno subito allertato i colleghi, che a loro volta hanno immediatamente allertato il 112: in pochi minuti sul posto si sono precipitate le ambulanze di Soccorso Pubblico Calcinato e Cosp Mazzano, per il trasporto in ospedale. L'operaio è stato ricoverato in codice rosso al Civile di Brescia, a meno di un'ora dall'incidente.

Soccorso in un bagno di sangue

Come da prassi sono in corso i rilievi e gli accertamenti del caso, per verificare che tutto abbia funzionato come dovuto e che si sia trattato di un errore umano e non di un malfunzionamento dei macchinari: se ne stanno occupando i carabinieri, con il supporto dei tecnici sulla sicurezza sul lavoro dell'Asst del Garda. Anche il macchinario è stato posto sotto sequestro.

Il 50enne è stato soccorso in un bagno di sangue, e ha davvero rischiato di perdere la mano. Fortunatamente l'emorragia è stata “tamponata” in tempo, e il trasferimento d'urgenza in ospedale, dove è stato subito operato, ha evitato il peggio. Come detto verrà tenuto sotto stretta osservazione per verificare l'eventuale perdita delle funzionalità dell'arto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio in ditta, mano straziata dal macchinario: operaio in un bagno di sangue

BresciaToday è in caricamento