Studente la accusa di maltrattamenti, ma è tutto falso: l'incubo di una professoressa

Assolta da ogni accusa la professoressa delle medie di Calcinato finita a processo dopo la denuncia di un suo studente

Era stata accusata da un suo studente, e dunque finita a processo per i presunti maltrattamenti che avrebbe perpetrato nei confronti del ragazzo: a quasi otto danni di distanza dall'episodio contestato, è stata assolta da ogni accusa la professoressa bresciana, oggi 60enne, chiamata sul banco degli imputati per quanto sarebbe successo nell'ottobre del 2012 a Calcinato.

Lo scrive Bresciaoggi, che ricostruisce l'intricata vicenda che all'epoca – tra il 2012 e il 2013 – coinvolse una professoressa delle scuole medie e uno studente di terza, che all'epoca aveva 15 anni. A detta del giovane, durante una verifica scritta di francese, la donna si sarebbe rifiutata di consegnargli il foglio del compito, e l'avrebbe prima insultato e poi addirittura strattonato, provocandogli dei lividi.

La versione della prof

La prof ha sempre negato questa versione, e tanto meno di aver mai malmenato il suo alunno: ha raccontato invece dei comportamenti a detta sua tutt'altro che corretti del ragazzo, che solo pochi giorni prima le avrebbe strappato il registro dalle mani, e poi in occasione di quel compito si sarebbe messo a sbraitare e a saltellare con la sedia, voltando il banco spalle alla cattedra, fino ad essere allontanato dall'aula con l'intervento di un altro insegnante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due versioni contrastanti, su cui il giudice ha preso una decisione: nessuna colpa per la prof, assolta perché il fatto non sussiste. Situazione ribaltata: gli atti del processo ora sono sul tavolo della Procura, chiamata a valutare eventuali ipotesi di reato nei confronti dell'ex studente e di un'altra persona chiamata a testimoniare, perché non avrebbero detto la verità durante il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento