Cronaca

“Odio il seno rifatto!”, operaio insulta una prostituta e la riempie di botte

CALCINATO. È finito agli arresti domiciliari l’operaio di marocchino che, lo scorso 13 maggio, si è reso protagonista di una violenta rapina nei confronti di una prostituta romena.

L’uomo, dopo averla fatta salire in macchina e concordato una prestazione sessuale per 50 euro, notando che la donna aveva il seno rifatto, ha iniziato a lamentarsi pretendendo la restituzione del denaro. 

La malcapitata, spaventata dall’improvvisa aggressività, ha cercato di calmarlo e di assecondarlo in tutti i modi. Ma il marocchino ha dato in escandescenze: ha iniziato a picchiarla e a insultarla, poi le ha rubato i 200 euro che custodiva nella borsetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Odio il seno rifatto!”, operaio insulta una prostituta e la riempie di botte

BresciaToday è in caricamento