Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

Soffocamento e gravi lesioni allo stomaco le cause della morte della bambina che si trovava a casa degli zii

Poco prima del blocco totale degli spostamenti, con la propria numerosa famiglia aveva raggiunto gli zii che vivono nella Bergamasca, e nell'abitazione dei parenti si è consumata la tragedia. Cristina Mira Radulovic, tre anni di età, è deceduta presso l'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo a causa di soffocamento e gravissime lesioni allo stomaco. La notizia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

I fatti. La bambina viveva, con papà, mamma e quattro fratelli, presso il campo nomadi di Calcinatello. Un mese fa tutta la famiglia si è trasferita in provincia di Bergamo, a Carobbio degli Angeli, a casa di parenti. Lì si è consumato il dramma: appena i genitori si sono accorti che Cristina non respirava, hanno pensato a un malore, o a un rigurgito. La situazione è emersa in tutta la sua drammaticità quando il padre ha notato il vano delle batterie della radiosveglia aperto: dopo aver chiamato il 112, sono giunti sul posto i sanitari che hanno portato d'urgenza la piccola in ospedale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante i disperati tentativi di salvarla da parte dei medici della terapia intensiva pediatrica, Cristina è deceduta a causa del soffocamento e delle gravi lesioni interne allo stomaco. Come da prassi, la Procura di Bergamo ha aperto un fascicolo per accertare se vi sia stata negligenza da parte dei genitori, o si sia trattato di una disgrazia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

Torna su
BresciaToday è in caricamento