Cronaca Calcinato

Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

Una vicenda a dir poco insolita, in quel di Calcinato: un 40enne ha approfittato dell'assenza dei padroni di casa per rubare corrente e allevare animali

Si erano trasferiti a Roma per motivi di lavoro, lasciando la loro casa di campagna a Calcinato, con annessa cascina e terreni. Ma nelle ultime settimane i conti non tornavano per niente: nonostante la loro assenza, i consumi elettrici (e le bollette) non accennavano a calare, anzi. Mistero presto svelato: nelle pertinenze della loro proprietà un 40enne residente in paese aveva allestito una piccola fattoria amatoriale.

C'erano anatre, capre e galline: tutte allevate con cura, come riferirà poi anche Ats, ma sfruttando abusivamente la corrente elettrica dei padroni di casa. Lo scrive Bresciaoggi: il 40enne, di nazionalità albanese ma da una vita a Calcinato, è stato indagato dai carabinieri. Ma ai militari avrebbe raccontato di aver “occupato” casa e terreni senza cattiveria, ma per utilizzare l'immobile vuoto.

Ma l'illecito si è consumato, e  non poteva essere altrimenti: come detto, oltre al blitz dei carabinieri in loco si sono presentati anche i veterinari dell'Ats, che hanno potuto accertare le buone condizioni di salute degli animali, e anche verificare la loro provenienza (era tutto tracciato). 

In ogni caso sono stati tutti sequestrati, in attesa di successivi sviluppi delle indagini. Tutto infatti può ancora succedere: al momento le indagini sono in corso come da prassi, ma i proprietari non hanno ancora sporto denuncia. Se rinunciassero alla querela, l'eventuale vicenda giudiziaria potrebbe concludersi prima ancora di cominciare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

BresciaToday è in caricamento