Cronaca Caino

Minacce di morte, poi le versa addosso una tanica di benzina: "Ti brucio viva"

A fine mese l'udienza per i maltrattamenti di cui è accusato il 47enne di Caino arrestato per violenza la scorsa estate: avrebbe minacciato di morte la moglie versandole addosso della benzina

Una storia di violenza purtroppo quotidiana tra le mura di casa: botte e minacce, anche di morte, perfino una tanica di benzina rovesciata addosso alla moglie in lacrime. Verrà processato il 28 febbraio prossimo il 47enne di Caino arrestato la scorsa estate per i reiterati maltrattamenti nei confronti dei suoi familiari, in particolare moglie e figlia.

Una situazione che sarebbe cominciata ancora mesi prima, scandita dai problemi con alcol e droga del “padrone” di casa. Tornava spesso in condizioni parecchio alterate, per poi prendersela con la moglie e i figli (in casa anche un bambino piccolo).

Più volte l'avrebbe minacciata, più volte le avrebbe messo le mani addosso. Ma è stato da metà luglio in poi che la situazione è degenerata in modo irreversibile: tanto che nelle settimane successive per il marito violento saranno inevitabili le manette. Entro fine mese il giudice dovrebbe decidere se concedergli i domiciliari o proseguire la detenzione in una comunità di recupero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte, poi le versa addosso una tanica di benzina: "Ti brucio viva"

BresciaToday è in caricamento