rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Sputi in sala giochi, cocaina in tasca, false generalità: arrestato nel parcheggio

Inevitabili le manette per il 28enne di Cosenza che un paio di giorni fa è stato beccato dai carabinieri di Peschiera del Garda

Sputa sulle slot machines a cui aveva appena perso dei soldi, fornisce false generalità ai carabinieri, cerca di sbarazzarsi di mezzo grammo di cocaina ma viene beccato: è questa la cronaca di una giornata “particolare” per un ragazzo di 28 anni originario di Cosenza, C.E. le sue iniziali, arrestato dai carabinieri di Peschiera del Garda impegnati in un servizio di controllo in territorio di Bussolengo.

La lite in sala giochi

E' stato proprio il titolare della sala giochi ad allertari militari: questi ha riferito agli uomini dell'Arma di aver avuto una discussione con un giovane cliente solo pochi minuti prima, che appunto avrebbe sputato sulle slot in segno di protesta per la mancata vincita. 

Il ragazzo è stato rintracciato in un parcheggio poco distante: in prima battuta ha fornito delle false generalità ai militari, fingendosi N.G. di Crotone, classe 1992, poi ha cercato di sbarazzarsi di mezzo grammo di “coca” che aveva nascosto nella tasca dei pantaloni. 

L'identità nascosta

Una volta trasferito in caserma, è stata verificata la sua identità: volto noto della Questura di Cosenza, con precedenti penali per lesioni gravi e porto di armi e oggetti atti a offendere. A precisa domanda sul motivo per cui abbia fornito delle false generalità, lui ha risposto di aver mentito per nascondere alla sua fidanzata di aver ripreso a giocare alle slot.

Circostanza giudicata poco credibile, e che non ha cambiato l'esito degli accertamenti sul suo conto: è stato arrestato e condannato con rito direttissimo a cinque mesi di reclusione. Dopo una notte in cella, e dopo il processo, gli è stata concessa la libertà condizionata.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sputi in sala giochi, cocaina in tasca, false generalità: arrestato nel parcheggio

BresciaToday è in caricamento