Pontevico: una voragine di quattro metri in pieno centro storico

Il rimorchio di un camion di mangime inghiottito dall'improvvisata voragine di Pontevico: un buco profondo quasi due metri, e largo quattro, che si è aperto nella mattinata di mercoledì. Per fortuna, nessun ferito

foto: Gabriella Cominelli

Qualcuno su Facebook lo chiama già il ‘Ground Zero’ di Pontevico. Una voragine profonda quasi due metri, e larga più di quattro, che si è improvvisamente aperta nella mattinata di mercoledì, lasciando allibiti passanti e testimoni, ma soprattutto il camionista che ci è finito dentro.

Per fortuna, niente di grave: in uscita dall’autostrada A21, a bordo di un automezzo per il trasporto di mangimi, l’autista ha imboccato la Chiesuola, prima di raggiungere il centro storico di Pontevico. Qui, l’amara sorpresa: un crollo improvviso e parte del rimorchio che viene inghiottito dal cratere improvvisato.

Attimi di panico risolti senza conseguenze. Ma un interrogativo che occupa le menti di un intero paese, perché una voragine come questa (e di queste dimensioni) non è cosa da tutti giorni. Nelle prossime ore i decisivi sopralluoghi tecnici.

Le ipotesi più accreditate riguarderebbero l’usura da acqua. Qualche infiltrazione, la pioggia battente non degli ultimi giorni ma degli ultimi anni. E poi sicuramente quel ruscello che scorre sotto terra, e che un po’ fa pensare a Genova: dove si è costruito proprio sopra i fiumi, prima, senza immaginare quello che sarebbe successo, poi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento