Giallo Matisse: il Comune «non soddisfatto» delle spiegazioni di Artematica

Si è tenuto nella mattinata di ieri l'incontro che avrebbe dovuto chiarire il caso della presunta falsificazione del numero dei visitatori della mostra, ma il la Giunta si è detta non soddisfatta della documentazione presentata

Fotografia di Marco Secchi (www.marcosecchi.com)

In tarda mattinata si è tenuto l’incontro tra il direttore generale del Comune di Brescia, la Fondazione Brescia Musei e Andrea Brunello di Artematica, sul caso dei presunti numeri "tarroccati" riguardanti i visitatori della mostra Matisse, la seduzione di Michelangelo.

Artematica ha confermato le presenze a suo tempo dichiarate e ha garantito di poter produrre gli adeguati riscontri entro la settimana prossima. L’esito dell’incontro non è stato soddisfacente per la giunta Paroli, in quanto non sono emersi elementi a suffragio dei dati presentati.

La giunta ha deciso così di demandare al direttore generale di Artematica, alla segreteria generale ed al settore musei, la valutazione di ogni iniziativa utile a trovare la verità.

In proposito, è stata inoltrata (sempre a cura del Comune) una richiesta di verifica presso la SIAE rispetto alla autodichiarazione a suo tempo prodotta da Artematica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento