rotate-mobile
Cronaca

Picchia la compagna (anche con una sedia) e la tampona con l'auto

Incubo in famiglia. Le botte davanti ai loro giovani figli.

Nella serata di giovedì, la Polizia di Stato di Brescia ha dato esecuzione a un’ordinanza di carcerazione emessa dal gip, su richiesta della Procura, nei confronti di un cittadino italiano residente in città, accusato di maltrattamenti familiari aggravati dall’uso di armi improprie.

L’arresto è scattato a seguito di plurimi episodi di violenza fisica e psichica, di minacce, ingiurie ed offese (a partire dal 2018 sino ad oggi), ai danni della compagna e dei figli minori di entrambi, sia durante la convivenza sia successivamente all’allontanamento da casa, una volta terminata la relazione sentimentale.

La donna aveva deciso di interrompere il rapporto, dopo alcuni anni di convivenza familiare, proprio per i reiterati episodi di violenza nei suoi confronti, anche davanti ai figli. La decisione, tuttavia, ha acuito ulteriormente le reazioni dell’uomo, che non ha desistito dall’ossessiva ricerca di contatti con la ex, giungendo perfino – alla fine del mese di luglio – ad obbligarla a salire sulla propria auto per condurla in un appartamento, dove l’ha picchiata con una sedia provocandole una frattura al braccio.

Dopo quest’ultimo episodio, la vittima ha deciso di presentare una denuncia alla Polizia di Stato. Sulla strada che la conduceva alla Questura di Brescia, è stata però aggiunta dall’ex compagno, che l’ha tamponata con la sua auto per costringerla a desistere, ma – per fortuna – è sopraggiunto un equipaggio della Squadra Volante, che l’ha poi scortata fino all’ufficio di polizia.

Le sue dichiarazioni hanno fatto emergere uno spaccato di pluriennali vessazioni, connotate da ripetute e gratuite violenze, che hanno fatto subito scattare il “codice rosso” per la violenza sulle donne. Immediata l’attività d’indagine: con gli elementi raccolti, è stata poi richiesta ed ottenuta un’ordinanza di custodia cautelare, emessa altrettanto tempestivamente dal gip del Tribunale di Brescia ed eseguita dalla Polizia di Stato. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato portato in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna (anche con una sedia) e la tampona con l'auto

BresciaToday è in caricamento