Si masturbano davanti ai passanti: individuati i responsabili

Hanno un volto e un nome i due uomini filmati pochi giorni fa in stazione a Brescia, intenti a masturbarsi: si tratta di un giovane tunisino, ora scappato, e di un bresciano di 57 anni

Il video aveva fatto il giro del web, scatenando le ire dei social sul presunto degrado della stazione ferroviaria di Brescia. Ora i due personaggi inquadrati da un cellulare mentre si 'trastullano' su di una panchina sono stati individuati, e denunciati per atti osceni in un luogo pubblico.

In realtà il denunciato è solo uno, un clochard bresciano di 57 anni che avrebbe pagato ben 10 euro il suo improvvisato amante, convincendolo a “fargli compagnia sulla panchina” agli albori della seconda serata del 19 luglio scorso. L'altro infatti è un tunisino pregiudicato e che ha già fatto perdere le sue tracce.

Da cosa nasce cosa, e il tunisino infila la mano nei pantaloni del 57enne, sotto gli occhi di passanti e, in questo caso, pure della telecamera di un cellulare. I due sarebbero stati intercettati dalla polizia: alla vista degli agenti il senzatetto avrebbe pure avuto un malore, mentre il giovane pregiudicato se la sarebbe data a gambe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento