Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Urago Mella / Via Ugolino Ugolini

Coniugi massacrati e fatti a pezzi, ora la "casa degli orrori" finisce all'asta

Quasi concluso l'iter di "recupero" della villetta di Via Ugolini a Brescia, quella dove abitavano Aldo e Luisa Donegani: nel 2005 vennero fatti a pezzi dal nipote Guglielmo Gatti

Il Comune di Brescia potrà mettere all'asta la villetta degli orrori al civico 15 di Via Ugolini. Quella in cui abitava Guglielmo Gatti, accusato nel 2005 di aver ucciso e fatto a pezzi i suoi zii, Luisa De Leo e Aldo Donegani: sarebbe potuta toccare a lui, ma è stato condannato all'ergastolo. E dunque indegno per la successione.

La dinamica è la seguente: l'appartamento è ora di proprietà del demanio dello Stato. Ma il passaggio successivo sarà un trasferimento alle proprietà del Comune: la delibera è già passata in Commissione, ora dovrà essere approvata in consiglio comunale.

A seguito dell'approvazione, sarà finalmente la Loggia a decidere cosa farne, della villetta degli orrori. Probabile che venga battuta all'asta, come già successo per la casa al primo piano (quella che era proprio di Guglielmo Gatti), che è già di proprietà di un immobiliarista.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coniugi massacrati e fatti a pezzi, ora la "casa degli orrori" finisce all'asta

BresciaToday è in caricamento