rotate-mobile
Cronaca Centro / Via San Faustino

Calci, pugni e bicchieri lanciati contro il locale: denunciate tre giovani bresciane

La "protesta" solo perché il bar stava per chiudere

«Non ce ne frega niente, facciamo quello che vogliamo». Tre giovani bresciane di circa 20 anni di età hanno movimentato la tarda serata di giovedì nel centro di Brescia, dentro e fuori dal Bar Università di via san Faustino. Il motivo della ben poco civile protesta, semplicemente la voglia di rimanere nel locale a divertirsi, bevendo. La storia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

I fatti. All'approssimarsi della mezzanotte, il personale del bar ha invitato le tre giovani a lasciare il locale. In un primo momento le ragazze hanno semplicemente ignorato l'invito, poi, ad un nuovo sollecito hanno dato in escandescenza, colpendo con la borsa e con pugni il personale, e scagliando addirittura i bicchieri contro il locale, gridando - stando a quanto riportato - «Non ce ne frega niente, facciamo quello che vogliamo». 

Preoccupati dall'escalation di agitazione, i lavoratori all'interno del bar hanno chiamato le forze dell'ordine. All'arrivo degli agenti, giunti a bordo di due volanti, dalla Questura e dal commissariato del Carmine, le giovani non si sono calmate, anzi hanno accolto con calci e pugni e poliziotti. Dopo un tentativo di fuga andato male, le tre ragazze sono state bloccate - del fermo, circolerebbe sui social un video nel quale si vedono due ragazze tenute a terra dagli agenti e portate in Questura. La nottata si è conclusa con una denuncia in stato di libertà, con l'accusa di resistenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci, pugni e bicchieri lanciati contro il locale: denunciate tre giovani bresciane

BresciaToday è in caricamento