menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'rchivio

Foto d'rchivio

Escrementi, rifiuti e droga: blitz nella fabbrica abbandonata, fermate due persone

Ennesimo blitz della locale nello stabile di via Nicolini 7, a Brescia. Entro fine mese la bonifica dell'area

Giacigli di fortuna, cumuli sporcizia ed escrementi: si è presentato così, agli occhi della Polizia Locale, lo stabile di via Nicolini, 7 in città. L'ex fabbrica di materiale elettrico è da tempo divenuta il rifugio dei senzatetto e dei tossicodipendenti della città.

L'ennesimo blitz, il secondo in pochi mesi, nei giorni scorsi. A farlo scattare le continue lamentele dei residenti, stanchi di convivere con il degrado dell'area di 4000 metri quadrati. Durante lo sgombero, che ha visto impegnati una decina di agenti e un'unità cinofila, sono state allontanate e denunciate, per possesso di droga, due donne senza fissa dimora.

Non esiteranno a tornare, come la quindicina di altri occupanti, nei prossimi giorni. Per risolvere definitivamente il problema, il sindaco ha emesso un'ordinanza per obbligare l'attuale proprietario dell'edificio - la società di leasing romana Iccrea BancaImpresa, subentrata dopo il fallimento - a pulire, sanificare e blindare gli accessi dell'ex capannone. L'attesa non dovrebbe essere troppo lunga: gli interventi saranno eseguiti entro la fine di agosto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento