Cerca di rubare cellulare e soldi, si prende una testata in bocca

La storia di Hican Rfig, tunisino di 40 anni senza fissa dimora e irregolare in Italia: arrestato 10 volte in meno di quattro anni, tra Brescia e Verona. Domenica ha cercato di rapinare un coetaneo, si è preso una testata in faccia

Si è trovato di fronte il pluripregiudicato, in piena notte e in Via Milano. “Voglio i tuoi soldi, e voglio pure il tuo cellulare”. Dalle parole alle minacce, il passo è davvero molto breve. Ma la vittima non ci ha pensato due volte, ha reagito con freddezza e con coraggio, ha colpito il suo aggressore con una testata in pieno volto, dritta in bocca fino a stenderlo, a scappare e ad avvisare la Polizia di Brescia.

Questa volta sembra che a Hican Rfig sia andata male. Un nome, un programma: cittadino straniero, tunisino d’origine, irregolare sul territorio italiano da tempo. Ha compiuto 40 anni, e con l’arresto di domenica sera si è guadagnato un curioso (e fastidioso) record: 10 arresti in tre anni e mezzo, dall’estate del 2011.

Alle spalle un ‘patrimonio’ di precedenti: furti e rapine, scippi e borseggi, spaccio di droga. Dentro e fuori dai tribunali, quasi mai dentro al carcere. Qualche notte nelle celle di sicurezza delle caserme. E solo una volta nel carcere ‘vero’, a Verona, dove è stato dentro quattro mesi. Per poi uscire e quasi vendicarsi, domiciliato a Vicenza ma abituato a delinquere a Brescia.

Prima di domenica era stato arrestato il 12 gennaio scorso, poi subito liberato. I suoi atti criminosi sono considerati di poco conto: e il sovraffollamento delle carceri fa il resto. Per il momento il tunisino ha trovato quello del formaggio, che ha reagito e lo ha fatto arrestare. Da vedere quanto resterà in carcere, e se non vorrà vendicarsi ancora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento