Cronaca Centro / Viale della Stazione

Perde la testa durante l’attesa in caserma, si toglie una scarpa e la lancia

Arrestata giovane ucraina: era stata convocata in caserma a Brescia in qualità di persona informata dei fatti a margine della rissa dell'altra sera in stazione a Brescia. Irregolare, sarà espulsa dall'Italia

Foto di repertorio

Rissa violenta in stazione a Brescia, non è ancora finita: dopo il primo ricovero del giovane gambiano (di circa 20 anni) con un trauma cranico e una frattura al naso per le botte subite, il suo arresto insieme a quello dei suoi tre aggressori (tutti coetanei, tra di loro anche un bresciano) anche la fidanzata di uno di questi è finita in manette.

Il motivo? Convocata in caserma dai carabinieri, in Piazza Tebaldo Brusato, in qualità di persona probabilmente informata dei fatti (è fidanzata con uno dei quattro ragazzi), dopo aver aspettato in sala d'attesa per essere interrogata ha improvvisamente dato di matto.

In preda ad un raptus di follia si è messa a urlare di essere stanca di aspettare, ha ribaltato tutto quello che c'era da ribaltare sui tavoli e sugli scaffali, si è perfino tolta una scarpata e l'ha lanciata contro una delle telecamere interne di videosorveglianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la testa durante l’attesa in caserma, si toglie una scarpa e la lancia

BresciaToday è in caricamento