Rezzato: preso a sprangate il Tutor della Tangenziale Sud

Ignoti vandali all'opera nella notte: salgono fino in cima, all'altezza della telecamera del Tutor, e lo colpiscono con una mazza o una spranga. Sospiro di sollievo per la Polizia Provinciale: il Tutor funziona

Il Tutor della Tangenziale Sud preso a sprangate nella notte. Non è stato danneggiato in modo serio, nonostante i ‘colpi’ subiti continua a funzionare correttamente. Forse il gesto disperato di un automobilista altrettanto disperato, magari per qualche multa di troppo.

Sarebbe salito fino in cima, quando ancora era buio, arrampicandosi in stile Uomo Ragno. Una volta sopra ha colpito una delle telecamere del Tutor, con una mazza o una spranga, fino a deviarne – in parte – la traiettoria. Tre o quattro colpi secchi, poi la fuga. E non è detto che abbia agito da solo-

Dalla centrale operativa della Polizia Provinciale se ne sono accorti (quasi) subito. La visuale di una delle telecamere risulterebbe infatti appena deviata, senza però incidere sul globale funzionamento dei Iconfine con Rezzato.

Da quando è entrato in funzione il Tutor bresciano ha scatenato non poche polemiche. Tantissimi i malumori di chi si è trovato multe a raffica, o per non aver compreso il funzionamento, o per qualche errore – in realtà mai accertato – della ‘macchina’. Nelle prime settimane la media era comunque di 1500 multe al giorno, ora in calo. Ma dall’inaugurazione ad oggi dovrebbe aver già ‘scattato’ la bellezza di 73mila multe, e in circa due mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento