menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brescia, la provincia dove il tumore uccide più che nel resto d’Italia

I dati forniti dall'ASL e relativi al 2012: a Brescia e provincia il tumore diventa la prima causa di morte per gli uomini e la seconda per le donne. Nonostante il tasso di mortalità sia in calo

I tumori a Brescia uccidono più che nel resto d’Italia: quasi 10mila morti nel 2012, e la quota dei decessi per cancro che diventa la prima causa di morte tra gli uomini (il 39,5% del totale) e la seconda tra le donne, il 28,7%.

Questi i dati, relativi al 2012, forniti dall’ASL sull’incidenza tumorale rispetto ai decessi in ospedale. Una quota che, in realtà, nell’ultimo decennio tende a diminuire ma che tra città e provincia vale una quota del 6% in più, sulla media nazionale, per gli uomini, e del 12% in più per le donne.

Nonostante il calo, con tassi di mortalità che ancora ‘scendono’, il 3% in meno per il tumore alla mammella, il 4% in meno per il tumore al colon retto, addirittura il 29% (ma solo nella popolazione maschile) per quanto riguarda il tumore ai polmoni.

Rimane comunque la prima causa di morte, in una popolazione che invecchia velocemente: gli over 85 sono quasi il 3% della popolazione, e quasi raddoppieranno nel prossimo decennio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Sport

    Super-G junior: c'è un ragazzo bresciano sul tetto del mondo

  • social

    Le vere origini della Festa della Donna

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento